Confartigianato Imprese Piemonte, tutela in ogni campo gli interessi delle imprese e la loro rappresentanza nei confronti di qualsiasi Amministrazione ed Autorità regionale

DECRETO RILANCIO E ANZIANI: I pensionati di ANAP Confartigianato Imprese Piemonte richiamano l’attenzione del Governo

DECRETO RILANCIO E ANZIANI – I pensionati di ANAP Confartigianato Imprese Piemonte richiamano l’attenzione del Governo. Giuseppe Falcocchio (Presidente ANAP Piemonte): “Difendere potere d’acquisto, garantire un fisco più equo e affrontare adeguatamente il problema della non autosufficienza

“Apprezziamo le misure del Governo contenute nel Decreto Rilancio che si propongono di dare un nuovo assetto alla sanità territoriale e di rendere più sicure le residenze per anziani nell’emergenza pandemia, nonché quelle che hanno incrementato il Fondo per le non autosufficienze di ulteriori 90 milioni per l’anno 2020, di cui 20 milioni destinati alla realizzazione di progetti per la vita indipendente”.

Anche dall’ANAP Piemonte, l’Associazione dei Pensionati di Confartigianato Imprese Piemonte, attraverso il Presidente Regionale, Giuseppe Falcocchio, arriva un positivo apprezzamento dopo l’approvazione del Decreto Rilancio.

“Tuttavia è illusorio che gli stanziamenti del Decreto siano sufficienti a dare risposte esaurienti alle tante famiglie che devono occuparsi ogni giorno di familiari non autosufficienti e ai pensionati che, anche a causa della pandemia, si trovano oggi in gravi difficoltà – continua il Presidente – auspichiamo che l’impegno dell’Esecutivo per la ripresa del Paese, favorita ora dagli stanziamenti messi a nostra disposizione dall’Unione Europea, consideri anche la necessità di affrontare e risolvere i problemi sociali, che non sono disgiunti da quelli economici”.

Leggi il COMUNICATO STAMPA

Filed in: Tutte le Notizie, UFFICIO STAMPA Tags: , , , ,

Share This Post

Related Posts

© 2020 Confartigianato Imprese Piemonte - Via Andrea Doria 15 – 10123 Torino - Tel. 011 8127500/8127416, Fax 011 8125775 - P.IVA 07670360010.
Credits: Agenzia EGO